Search
Close this search box.
  1. Home
  2. Botox

tre tipologie
principali

Oggi è di largo uso ed è considerato un trattamento di routine. La sicurezza del paziente è assicurata: basta mettersi nelle mani di medici estetici che abbiano eseguito una formazione specifica. La formulazione farmaceutica per medicina estetica permette un dosaggio ottimale ed una grande maneggevolezza. Gli effetti collaterali sono davvero rarissimi e molto spesso legati ad un uso troppo disinvolto da parte dell’operatore. Nelle mani di un operatore esperto e nei limiti tracciati dalle linee guida è quasi impossibile osservare complicanze. In Italia la maggior parte dei trattamenti riguarda le rughe frontali d’espressione e le “zampe di gallina”, 
o rughe perioculari. Anche se ci sono delle limitazioni e delle normative stringenti, in particolari casi il botulino può essere anche impiegato in altre sedi, purché ne sussista la necessità ed il vantaggio terapeutico sia ben assodato

iperidrosi e nei

Eccessiva sudorazione, e piccole escrescenze cutanee come i nei.

RUGHE

Frontali d’espressione e le “zampe di gallina” 
(maggiormente diffuse), o rughe perioculari.

cefalea muscolotensiva

Mal di testa non invalidante come l’emicrania.

Principi Base

Come funziona

Bastano poche punture per rilassare progessivamente la muscolatura e per far distendere la cute sovrastante. L’effetto, tuttavia, non è immediato come per i riempitivi come i filler. Occorrono alcuni giorni perché si osservi un risultato completo: fino a dieci giorni. Successivamente le rughe scompaiono per circa cinque o sei mesi, poiché la contrazione muscolare riprende dal quarto mese, plicando nuovamente la cute. Per questo motivo è consigliabile effettuare il trattamento ad intervalli di quattro mesi, in modo da prevenire il formarsi di nuove rughe.

MECCANISMO DI AZIONE

Il Botox viene impiegato nel trattamento delle rughe dinamiche, cioè quelle che si formano per il movimento dei muscoli mimici. Per questo trova indicazione nel trattamento delle rughe perioculari, della fronte e della glabella. 
Si utilizza anche nei casi di iperidrosi e nei casi di cefalea muscolotensiva.

Riduzione/Distensione delle rughe di espressione in 3-8 giorni dall’iniezione. L’effetto dura dai tre ai sei mesi. Normalmente si effettua una seduta di mantenimento ogni 4 mesi.

quando farlo?

In genere dai 30 ai 60 anni, considerando che nei pazienti più anziani le rughe sono spesso dovute anche ad un danno solare, e quindi necessiteranno di un trattamento di Botox e di laser resurfacing, quest’ultimo volto a stimolare una produzione di fibre elastiche e collagene nel derma.

Il botox è un rilassante muscolare potente , ha un effetto temporaneo di riduzione delle rughe per 4-5 mesi e può essere impiegato anche in associazione ad altre tecniche anti-aging del viso come foto ringiovanimento laser e filler.

DOMANDE FREQUENTI

cosa succede dopo il trattamento?

l viso può risultare arrossato, possono comparire piccoli lividi che si riassorbono in 3-5 giorni, vi può essere una lieve sensazione di bruciore per alcuni minuti dopo l’iniezione. La paziente può truccarsi già dopo 10 minuti dall’infiltrazione. Necessario inoltre evitare manipolazioni della zona trattata nell’arco delle 24 ore successive alla seduta. Il paziente si può esporre al sole dopo tre/cinque giorni dal trattamento.

é necessario fare l’anestesia?

Il trattamento non richiede l’utilizzo di un prodotto anestetico topico.

in quanto tempo fa effetto?

Riduzione/Distensione delle rughe di espressione in 3-8 giorni dall’iniezione. L’effetto dura dai tre ai sei mesi. Normalmente si effettua una seduta di mantenimento ogni 4 mesi.

Precauzioni da adottare

Le donne devono struccarsi prima delle infiltrazioni. Nelle tre ore successive al trattamento non bisogna praticare sport intenso o sforzi.

Controindicazioni

Allergia all’albumina umana
Gravidanza e allattamento
Miastenia grave
Patologie neuromuscolari

potrebbe interessarti